Weekend di gare: tutto esaurito alla Bellaria per il touch rugby

10 Dicembre 2019

Tra gli appuntamenti del fine settimana appena trascorso la copertina va indubbiamente al Touch Rugby, che sabato pomeriggio è sbarcato in grande stile alla Bellaria. Nel terzo torneo della stagione abbiamo infatti ospitato ben sei squadre: Gispi Prato, Livorno 1931, Golfo Rugby Scarlino, Rugby Lucca, Cus Pisa e Lions Amaranto, per un totale di circa 70 giocatori di entrambi i sessi e di tutte le età. Per la cronaca il torneo è stato vinto dalle “Leonesse Amaranto”, giunte a Pontedera in gran numero, che hanno vinto tutte le partite senza subire nessuna meta. La nostra squadra “Old” è invece risultata vincitrice indiscussa al terzo tempo, disciplina nella quale siamo decisamente fortissimi!!! Ma guardando oltre ai risultati e alla classifica, la cosa più evidente e che ci preme sottolineare è stata la grandissima partecipazione, con squadre (vedi Prato e soprattutto Scarlino) che si sono fatte parecchi chilometri per essere presenti al torneo nonostante il meteo poco promettente. Il touch rugby si sta diffondendo sempre più in tutta la regione: è uno sport semplice, divertente e dinamico, che tutti possono praticare senza pericoli (non è infatti previsto alcun tipo di contatto fisico).

E dopo un sabato bagnato arriva una domenica nebbiosa e fredda? Nessun problema sul campo del Bellaria Rugby dove i mitici bambini della Under 10 con la loro instancabile voglia di giocare hanno reso la giornata solare ed entusiasmante. Grazie alla numerosa partecipazione è stato possibile formare due squadre guidate dal neo laureato in psicologia Mitico Coach Mattia (a cui rinnoviamo gli auguri) e dal super simpaticissimo Gabry Coach. Dopo gli ultimi consigli dei coach all’interno dello spogliatoio, la squadra in modo compatto ha fatto il suo ingresso in campo pronti ad accogliere gli ospiti del Lions Amaranto e del Florentia per il raggruppamento casalingo. Nonostante i risultati non siano stati a nostro favore, entrambe le squadre hanno mostrato una crescita nel gioco di squadra, i bambini iniziano a capire che gli individualismi perdono la loro importanza di fronte al gioco collettivo e ancora più importante che l’impegno porta i suoi buoni frutti.

Ferma invece l’Under 16, in quanto la rappresentativa regionale ha partecipato al Torneo ” Memorial Besio-Massa” di Recco, giunto alla quinta edizione e diventato ormai appuntamento tradizionale, nel quale si sono affrontati ragazzi provenienti da Liguria, Piemonte, Lombardia e Toscana; la nostra è stata l’unica rappresentativa regionale a presentare anche una squadra Under 15 , composta quindi unicamente da ragazzi del 2005, mentre tutte le altre rappresentative hanno presentato squadre composte da ragazzi nati nel 2004. Per il Granducato Rugby sono stati convocati Bernini, Quercioli, Zingoni, Tedeschi e il nostro Gabriele Casalini, che ha giocato con la squadra Under 15 ed è stato impiegato sia da ala che da mediano in due match di altissimo livello. La squadra Under 16 ha vinto entrambe le gare con Liguria e Lombardia, mentre la squadra Under 15 ha perso con Lombardia e pareggiato con Piemonte.

Giornata di rappresentative anche  per l’Under 14 invitata sabato a Lucca nel “Festival delle Aree”, ovvero un allenamento collettivo grazie al quale i tecnici possono riunire e valutare i ragazzi che più si sono messi in evidenza nelle varie società Toscane. In questa manifestazione, in quanto perlappunto considerato allenamento, non sono previsti vincitori e vinti perciò non viene registrato il punteggio nelle gare. Per il Bellaria erano stati convocati Mattia Aprile, Mattia Nuti e Benedetto Bocchio.

In campo invece, sempre per il Granducato Rugby, l’Under 18. I ragazzi sono stati sconfitti dai Ghibellini per 19-17: tre le mete realizzate da entrambe le squadre, ma una trasformazione in più ha permesso alla franchigia formata da Arezzo e Siena di portare a casa la vittoria e, grazie al pareggio ottenuto nella gara di andata, di qualificarsi così al terzo posto del girone di qualificazione. Il Granducato Rugby, classificatosi quindi al quarto posto, quasi sicuramente disputerà il campionato regionale (bisogna attendere l’ufficialità) con ambizioni di alta classifica.