Under 6 e 8 all’Elba

5 novembre 2018

Non è ancora l’alba, e a buttare giù dal letto gli assonati genitori non è il quotidiano “DRIIN” della sveglia, bensì l’entusiasmo dei nostri mostriciattoli U6 ed U8 impazienti di andare a vedere se davvero all’isola del’Elba la mota è bella, morbida e simpatica come quella casalinga. Il meteo parla chiaro: “acqua a catinelle”. Ma si fa finta di non averlo letto e si parte, oggi signori, è festa dell’unità nazionale. Dopo una “doccia anticipata” per tutti nella “Gabbia-Giochi” del traghetto i nostri 27 atleti sbarcano nel campo dei Pesciolini. La pioggia invece, non sbarca e rimane a largo della costa, con gran sospiro di sollievo di tutti: fratello sole ha la meglio e concede ai nostri di misurarsi con le squadre di Cecina, Piombino ed Elba, sotto il saldo comando di Riccardo Meini, Lorenzo Lisi e Marco Saleppichi. I matches stanno per iniziare, e la Casa del Popolo di Casciana Terme-Lari sospende il torneo di tresette per seguire la radiocronaca. Scene simili, stando a quanto riportato sulla prima pagina del “The Irish Time”, si verificano nei Pub Irlandesi. Fonti di cui preferiamo tenere riservata la provenienza, invece, ci riferiscono di un hacker collegato in streaming dalla Mole Antonelliana.

Ma ecco, si comincia, e i 12 Under 6 si dividono in due squadre. Nei 40 minuti di gioco a loro riservati, i Cappuccini danno filo da torcere sia ai Pesciolini dell’Elba che alle Api di Piombino: ci sono pochi cambi a disposizione oggi ed è un po più faticoso del solito tenere duro. Non si può però non notare che pian piano anche i più piccoli iniziano a prendere consapevolezza del gioco. Alla fine delle sfide il tabellone riassume in modo inequivocabile il punteggio finale: “Divertimento 7 – Noia 0”. Non bastano invece i pallini sul pallottoliere per segnare il numero dei paradenti persi.

I gorilla dell’under 8 scendono in campo, decisi e con tanta voglia di correre. Prima partita danno spettacolo insieme all’Elba, poi è il turno del Piombino e infine del Cecina. Con i cambi, gestiti sapientemente dall’allenatore Marco, tutti i bimbi riescono a giocare e a divertirsi. Si inizia a vedere il frutto degli allenamenti e una squadra che si è amalgamata e ha voglia di giocare insieme, anche fuori dal campo.

Colpo di scena al terzo tempo: qualcuno fa fuori tutte le patatine fritte. Gli indizi sono tutti a sfavore degli allenatori.. ma ormai non c’è niente da fare, i genitori sono condannati ad un contorno di piselli lessi. Il Comitato Regionale ha aperto un’inchiesta a riguardo. Va meglio invece alla Casa del Popolo ed in Irlanda, dove il terzo tempo si conclude rispettivamente con un ponche e con pinte di liquido scuro. (Non è chiaro agli inquirenti se il furto di Gianduiotti registrato a Torino sia collegato a quello delle patatine fritte…)

Inizia infine la sfida di serie C1: Elba-Cecina. I nostri piccoli rimangono incollati a bordo-campo a sognarsi sollevati nella touche e avvinghiati nelle mischie quelle vere… Ma è tempo di ritornare al porto.. un ultimo scatto ed il traghetto salpa l’ancora mentre un “1-2-3… Bellaria Alè” riecheggia a Portoferraio assieme alla sirena della nave.

Da tutto lo staff della Bellaria un caloroso ringraziamento a tutto lo staff dell’Elba Rugby per l’accoglienza, il supporto negli spostamenti e soprattutto l’ottima selezione di birre della bellissima Club House.. a presto!